La Juve crolla con il Benfica: le parole a caldo di Allegri

La Juventus crolla al cospetto del Benfica. I bianconeri complicano non poco il cammino nel girone di Champions League per la qualificazione agli ottavi di finale. Illusorio il gol del vantaggio siglato dal nuovo acquisto Milik su assist di Paredes.

La truppa portoghese non si scompone e rimonta con le reti di Joao Mario su rigore e Neres al termine di un’azione insistita degli ospiti. A fine match il pubblico ha fischiato giocatori e staff per la brutta prova offerta allo Stadium.

Nell’immediato post-partita Allegri ha commentato così la sconfitta: “Abbiamo fatto 20’ bene, poi abbiamo iniziato ad arretrare e nel momento di difficoltà non abbiamo difeso bene e concesso tiri. Il rigore prima dell’intervallo ci ha tagliato le gambe”. Poi, spiega la sua ricetta per risollevarsi: “Bisogna lavorare in silenzio, passetto dopo passetto, e riprendere la camminata sia in campionato che in Champions, che ora sicuramente è molto complicata. Mancano diversi giocatori, si sente anche a livello numerico: fisicamente abbiamo pagato le tante partite, ma bisogna lavorare con serenità e responsabilità che dobbiamo avere tutti“.

“Se mi sento a rischio? Assolutamente no – ha aggiunto il tecnico toscano – sono momenti che fanno parte del calcio. È la prima volta che la Juve perde le prime due partite del girone di Champions, ma bisogna accettarloPotevamo pareggiare nel finale, ma sarebbe stata comunque una prestazione al di sotto delle aspettative. Stare zitti e lavorare è l’unica cosa da fare in questo momento”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Posts