Rabiot: “Potevo finire alla Roma”

Il centrocampista del PSG parla del suo mancato approdo in giallorosso e delle liti con Ibrahimovic ad Extra Time.

rabiot

Adrien Rabiot è stato e rimane tuttora un pallino di Walter Sabatini.

Ai tempi della Roma, l'attuale coordinatore tecnico di Suning ha fatto di tutto per portarlo in giallorosso e le parole del 22enne lo confermano: "Consideravo la Roma la squadra ideale per crescere, imparando anche da giocatori come Totti. Poi avrei potuto fare un salto di qualità, magari in un club più grande. E' andata diversamente e sono felice di essere rimasto".

Tuttavia, il rinnovo di contratto in scadenza nel 2019 non è ancora arrivato: "E' ancora presto per parlarne, vedremo". Infine due parole sulle famose liti con Ibrahimovic: "A lui piacciono quelli con carattere, come me. Una volta lo insultai, in un'altra venimmo alle mani. Siamo rimasti comunque in buoni rapporti".

ARTICOLI CORRELATI:

Torino, si pensa a Pazzini come vice-Belotti
Torino, si pensa a Pazzini come vice-Belotti
Sirene turche per Hagi
Sirene turche per Hagi
Il Borussia blinda Aubameyang
Il Borussia blinda Aubameyang
Inter, tanti nomi per gennaio
Inter, tanti nomi per gennaio
United, maxi offerta per Alex Sandro
United, maxi offerta per Alex Sandro
Cristiano Ronaldo getta ombre sul futuro
Cristiano Ronaldo getta ombre sul futuro
 
Le bellezze dell'Eicma 2016
Summer Rae
EICMA Girls 2015
Feliciano, nozze da fiaba
Juliana Lopez
Giada Girardi
Lena Gercke, Lady Khedira
CR7 e Cara a Monaco
Linda Morselli
Brittny Gastineau
Angelique Detavernier
Soraja Vucelic
Lancia Y Elle
Nina Agdal
Ashley Sky
Claudia Romani
Lala Gadea
Olya Abramovich