Pro Vercelli-Manenti, contatto fugace

Massimo Secondo, presidente del club piemontese, aggiunge: "A Parma mi auguro che finisca tutto per il meglio: certo che il buco è reale?".

Il calcio italiano è alle prese con sempre più casi spinosi. Dal recente fallimento del Siena sino alla delicatissima questione Parma, la lista è lunga. Sportal.it ha sentito, in esclusiva, Massimo Secondo, presidente della Pro Vercelli, per capire la direzione che sta prendendo il nostro calcio…
 
Presidente Secondo, che idea si è fatto del nostro calcio attuale?
“Credo che in Italia ci siano due grandi problemi. Il primo riguarda il concetto di serietà. Se si continua a permettere a tutti di comportarsi al di fuori delle regole, ecco che il rischio di allontanare possibili investitori diventa sempre più grande. Il caso del Siena, da questo punto di vista, è un esempio chiaro. Poi c’è la questione degli stadi. Questi devono essere adeguatamente supportati dall’amministrazione pubblica, è l’unica maniera”. 
 
Come giudica quello che sta accadendo a Parma?
“Io parlo da un concetto generale. Non si deve far finta di niente. Bisogna essere incisivi, controllare che tutte le società si comportino nella giusta maniera. Se una società non è in regola con contributi e Iva, non dovrebbe, a mio giudizio, fare acquisti sul mercato o al massimo fare solo mercato in uscita. Invece assistiamo a situazioni pazzesche, in cui chi non è in regola si permette pure di comprare e non vendere nulla. Tornando al Parma, io mi auguro che finisca tutto per il meglio, certo che il buco è reale e, da quanto si legge sui giornali, che la situazione non era semplice da anni. Come dicevo, non si dovrebbe far finta di niente…”.
 
Lei ha avuto un contatto con l’attuale presidente Manenti in tempi recenti, proprio con la Pro Vercelli in gioco…
“Non l’ho mai conosciuto personalmente. C’è stato, è vero, un contatto, ma è spirato immediatamente. Con il noto imprenditore pakistano abbiamo avuto, invece, una trattativa, che poi è finita in nulla, perché come dicevo prima servono persone serie nel calcio, se almeno si vuole fare calcio seriamente”. 
 
Intanto la sua Pro Vercelli sta andando bene in serie B…
“Diciamo che quando arriveremo ai 50 punti il giudizio sulla nostra stagione potrà dirsi positivo. Siamo reduci da due gare no, in cui abbiamo lasciato per strada quattro punti. Ora abbiamo la partita con il Cittadella che è una gara importantissima per noi” 
 
Una serie B molto equilibrata…
“Beh, Carpi e Bologna mi sembrano lanciate verso la A ma è pur vero che, per la salvezza, sono ancora tutte in gioco e questo è comunque affascinante”.

ARTICOLI CORRELATI:

Roma, Manolas non esclude l'addio
Roma, Manolas non esclude l'addio
Cagliari, Barella:
Cagliari, Barella: "Via non per soldi"
Bayern Monaco, James Rodriguez vuole la Serie A
Bayern Monaco, James Rodriguez vuole la Serie A
L'Inter si fa avanti per Malcom
L'Inter si fa avanti per Malcom
Roma, a gennaio il regalo Herrera
Roma, a gennaio il regalo Herrera
Conte verso il Real Madrid
Conte verso il Real Madrid
 
Le bellezze dell'Eicma 2016
Summer Rae
EICMA Girls 2015
Feliciano, nozze da fiaba
Juliana Lopez
Giada Girardi
Lena Gercke, Lady Khedira
CR7 e Cara a Monaco
Linda Morselli
Brittny Gastineau
Angelique Detavernier
Soraja Vucelic